venerdì 1 marzo 2013

Carmelo, l'asino volante.

C’era una volta Carmelo, un asino che proprio non sapeva ragliare.
Certo, non sapeva nemmeno scrivere, né sapeva come impostare un Power Point, ma chi, in fin dei conti, ne è davvero capace?
Ebbene, questo asino aveva però un desiderio dritto in testa: voleva volare.
Ma non volare tipo una compagnia aerea con i passeggeri a bordo, bensì volare anche solo a pochi metri da terra, per osservare i suoi amici della fattoria o semplicemente emulare i piccioni nell’espletamento delle loro funzioni.
E tanto disse e tanto fece che un bel giorno l'asino riuscì nel suo intento.
Vide i suoi amici porci dall’alto, le mucche, le galline assunte a progetto, i bruchi e tutta una serie di formiche rossonere che si avviavano allo stadio.
Poi tutto d’un tratto disse: “uffa però, che noia questo volare continuo. Come se non avessi altro da fare". Così cadde di colpo e morì.
Di lui si ricordano solo ottime bistecche.

 Scorpi cliccando qui la magica sorpresa creata per te da coso!



4 commenti:

  1. Sbaglio, o questa l'avevi già postata? (Le ho rilette tutte di recente...)

    RispondiElimina
  2. :) che occhio! Ho cambiato qualcosina. Di male in peggio, ovviamente. Tanti tanti cari saluti e tante tante cose varie.

    RispondiElimina
  3. ovviamente, le galline a co-co-pro :)

    RispondiElimina

Translate